Aglione Toscano

aglione toscano a fine fioritura

Un’antica varietà proveniente dalla Toscana è ormai una rarità perché coltivata da pochi, bella a livello ornamentale e buonissima a livello gastronomico perché non contiene allicina, quindi non si ripropone e non provoca alitosi, ha un sapore molto intenso, (ricordiamo il famoso piatto tradizionale di questa regione.  i “pici all’aglione”).
Produce delle piante alte oltre 150 centimetri e le sue foglie, lanceolate, con crescita quasi alternata e di un bel punto di verde rimangono floride fino a fine maggio. Si pianta nel mese di ottobre/novembre in pieno sole ad una profondità di circa cm.10.
La fioritura avviene a fine aprile, inizio maggio, ed i fiori, che sviluppano una bella sfera  celeste e con diametro di cm. 15, diventano poi bianchi mano mano che tendono a seccarsi. Se recisi e messi in vaso senza acqua durano per anni. A metà giugno, quando il resto della pianta è completamente secco, si può raccogliere la testa dell’aglio che sarà formata da 3/4 spicchi di notevole dimensione.
Risalta sia tra gli altri agli ornamentali ma è bella e preziosa da coltivare anche in orto. Per ricavare delle teste di aglio che arrivano a pesare fino a grammi 700 bisogna privarsi della fioritura.

1 bulbo    € 2,50